Almost Corner Bookshop: la libreria inglese nel cuore di Trastevere

Segretamente sottratta al caos del frenetico quartiere Trastevere di Roma, in Via del Moro 45, sorge in perfetta quiete la libreria “Almost Corner Bookshop”: un rifugio intimo per i cultori delle letture in lingua inglese.
Nonostante le sue limitate dimensioni, questo negozio di libri offre ai visitatori una ricca proposta di romanzi, di ogni genere, in grado si soddisfare qualsiasi lettore.

PHOTO-2018-10-16-12-24-42

In un momento storico in cui il digitale legifera sulla sacralità della carta, Almost Corner rappresenta per gli appassionati un’oasi spirituale di romanticismo dai toni nostalgici racchiusa in un ambiente decisamente pittoresco.
Il fascino retrò della libreria si sposa con un management competitivo e dinamico: frequentemente infatti vengono organizzate dai proprietari: presentazioni, incontri con autori e molte altre iniziative culturali promosse attraverso la pagina Facebook del negozio.

Qualche settimana fa abbiamo incontrato Anita Ross , dipendente del negozio da 20 anni e responsabile da 5, che ci ha risposto ad alcune domande. Buona lettura!

Foto 16-10-18, 12 24 48 (2)

MF: Ho scoperto la tua libreria via Internet perché ero esausta di leggere i soliti romanzi in lingua inglese in vendita da Feltrinelli, Mondadori etc.
Chi è il tuo cliente tipo: qualcuno che si imbatte casualmente nel negozio o un frequentatore abituale?
A: La nostra clientela è abbastanza varia: il 50% dei visitatori è composto da lettori locali inglesi (molti dei quali sono fedelissimi che frequentano il negozio sin dalla sua apertura), un 30% da turisti che spesso ritornano da noi in visita a Roma ed infine un 20% da studenti provenienti dalle università americane locali.

MF: Quando è stato aperta la libreria e che esperienza di imprenditoria possedeva il proprietario?
A: Nel 1991 l’australiano Claire Hammond, spinto dalla scarsità di volumi in lingua in circolazione, decise di aprire la libreria muovendo i suoi primi passi nel mondo dell’imprenditoria.
aHR0cDovL3d3dy50ZWxlZ3JhcGguY28udWsvY29udGVudC9kYW0vVHJhdmVsL0Rlc3RpbmF0aW9ucy9FdXJvcGUvSXRhbHkvUm9tZS9yb21lX1Nob3BfMzFfQWxtb3N0Q29ybmVyLl9jcm9wcGVkanBnLmpwZw==.jpg

MF: Intellettualmente che significato assume la gestione di una libreria inglese: un mantenimento del legame intimo con la tua patria o una forma di divulgazione letteraria in Italia?
A: Personalmente credo richiami la divulgazione letteraria e culturale; la mia carriera nel mondo del libro è cominciata anni fa nel consiglio comunale di Edimburgo, una mansione da me richiesta proprio a causa del mio amore per la lettura che poi appunto ho coltivato anche qui a Roma con “Almost corner bookshop”.

almost-corner-rome-23-1080x720

MF: Quali criteri seguite per la selezione dei vostri libri e con che frequenza ordinate ?
A: Adottiamo diversi criteri per quanto concerne l’acquisto dei libri: innanzitutto ordiniamo volumi relativi all’Italia e alla sua capitale, riguardanti la storia, l’arte e architettura, diari di viaggio, narrativa e poesia.
In due periodi dell’anno (rispettivamente in Primavera e in Autunno),  incontriamo i rappresentanti di vendita dei vari editori per offrire ai nostri visitatori nuovi titoli; in base ai suggerimenti dei clienti valutiamo le nuove proposte e se compatibili ai nostri standard le includiamo nel nostro assortimento.
Chiaramente trattiamo anche temi di attualità e realizziamo ordini specifici in base ai gusti dei nostri clienti.

MF: Quali circostanze ti hanno condotto in Italia?
A: Nel 1991 ho incontrato il mio attuale marito mentre stava studiando Inglese ad Edimburgo, dopo un inverno particolarmente rigido decise di ritornare a Roma chiedendomi di seguirlo e come potrai immaginare il resto è storia.

MF: Tenete spesso presentazioni con autori? Come entrate in contatto con i vostri ospiti?
A: Alcuni ci contattano tramite le rispettive case editrici, mentre gli scrittori residenti a Roma si rivolgono spesso direttamente a noi per il lancio dei nuovi libri in fase di pubblicazione.

MF: Roma è indubbiamente una città enorme, ma non una delle capitali Europee più multiculturali: ti senti legata alla comunità anglo-americana locale?
A: Mi sento molto legata alla comunità inglese a Roma, purtroppo vivendo lontana dal centro ed essendo mio marito italiano automaticamente anche la maggior parte dei miei amici sono italiani.
Devo ammettere che in questi anni ho stretto davvero tante amicizie grazie al mio lavoro in libreria.

MF: Che autori ci consigli di leggere nei prossimi mesi?
A: Ci sono molti autori che consiglierei: riguardo la storia dell’antica Roma Mary Beard, Philip Matyszak e Edith Hamilton, mentre in relazione ai romanzi Chimanada Ngozi Adichie, Chiara Barzini, Charles Lambert, Rachel Kushner, Matthew Kneale ed infine la mia poetessa preferita Susan Bradley Smith.

MF: Come ti immagini tra dieci anni?
A: Contemplo nella mia fantasia una futura me impegnata tra libri e scrittori in qualsiasi contesto: che sia in un negozio o nell’organizzazione di eventi letterari e workshop in Toscana.

MF: Che consigli daresti agli imprenditori esordienti in questo campo?
A: Fatelo perché amate i libri e le persone: non si sceglie questo business per aricchirsi,  tra l’altro tengo a specificare che è un mito comune che i dipendenti delle librerie leggano tutto il tempo.

almost-corner-rome-22-1024x683

MF: Quali sono i tuoi ricordi più cari relativi alla tua esperienza lavorativa in Italia?
A: Lavorare per Almost Corner Bookshop è un’esperienza molto positiva e indubbiamente didattica : imparo qualcosa di nuovo ogni giorno e incontro tantissime persone interessanti.
Infatti i momenti più cari sono stati quando Frank McCourtFrank McCourt (autore di Angela’s Ashes) è venuto in libreria appositamente per firmare la mia copia del suo libro e parlare con me e quando ho incontrato Joyce Carol Oates, una autrice di cui ho davvro molto rispetto.

Intervista originale e traduzione di Maria Francesca Ziti
Revisione di Andrea Varlaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...